COLLEGIO UNIVERSITARIO DEI CAVALIERI DEL LAVORO
"LAMARO POZZANI"
EN
Il Collegio incontra l'Arma dei Carabinieri, il Comandante Del Sette: "Rafforzato il nostro ruolo nello scenario globale"

Spesso l’Italia è additata sui giornali internazionali per la mancata professionalità e inefficienza delle sue istituzioni. Non è questo il caso dell’Arma dei Carabinieri. Nata il 13 luglio del 1814 nel Regno di Sardegna con precisa vocazione territoriale, oggi, con la distribuzione capillare dei 105.000 Carabinieri in servizio, svolge compiti importanti in molteplici campi: polizia militare delle forze armate e mantenimento dell’ordine pubblico, tutela del patrimonio culturale e ambientale e vigilanza sulla genuinità delle sostanze alimentari con i Nuclei Antisofisticazione e Sanità.

Il Comandante Generale Tullio Del Sette, nel suo intervento al “Lamaro Pozzani”, si è soffermato in particolare sul duplice profilo internazionale dell’impegno dell’Arma, che è andato via via rafforzandosi in questi anni. Da un lato, organismi del calibro di ONU, UE, NATO ed OSCE hanno riconosciuto ai Carabinieri un ruolo di coordinamento negli scenari di crisi nell’ambito di missioni multinazionali e nel campo della cosiddetta “polizia di stabilizzazione”, volta a garantire l’ordine e la sicurezza in Stati dove una guerra civile è in corso o è appena terminata. Dall’altro, sono diversi i casi, soprattutto nei Paesi in via di sviluppo o dove vi sono ancora conflitti armati (Iraq, Sudan, Eritrea, Somalia), in cui l’Arma partecipa attivamente  e con riconosciute capacità all’addestramento delle forze di polizia locali. Una responsabilità importante, insomma, nel garantire un futuro di pace e sicurezza, libero dalle minacce terroristiche, già sperimentate in Italia negli anni dello stragismo. Questo compito traccia oggi una linea di continuità tra le generazioni di Carabinieri, da sempre educate al motto “nei secoli fedele”.

 

Vai alla photogallery

CONTINUA
Al Collegio tre incontri all’insegna dell’internazionalizzazione

L’Arma dei Carabinieri, il mondo del lavoro e i massimi vertici della diplomazia internazionale sono protagonisti al Collegio Universitario dei Cavalieri del Lavoro “Lamaro Pozzani” di tre incontri dedicati al tema dell’internazionalizzazione. Un tema che Antonio D’Amato, Presidente della Federazione Nazionale dei Cavalieri del Lavoro, ha posto al centro delle attività dell’Associazione,  insieme con quelli della competitività e della cultura.

Dopo il primo appuntamento, lunedì 5 dicembre, con il generale Tullio Del Sette, Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, che ha parlato dell'impegno internazionale dell’Arma, lunedì 12, è in programma l’incontro con il Cavaliere del Lavoro Enrico Colavita, presidente di Colavita Spa, dedicato al tema “L’internazionalizzazione di un’azienda familiare”.

Infine, martedì 13, il Collegio ospiterà John R. Phillips, Ambasciatore degli Stati Uniti presso la Repubblica italiana e la Repubblica di San Marino.

Gli appuntamenti hanno inizio alle ore 21.

CONTINUA
Save the date: tutti gli appuntamenti di dicembre

Ecco il calendario dei prossimi incontri in programma al Collegio. Focus sull'internazionalizzazione con i vertici dell'Arma dei Carabinieri e l'Ambasciatore americano in Italia

 

Lunedì 5, ore 21

Incontro con il generale Tullio Del Sette, Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, sul tema: “L’impegno internazionale dell’Arma dei Carabinieri”

 

Sabato 10, ore 14

Quinta lezione del primo modulo del corso di Cultura per l’impresa tenuta da Lucia Leonelli, professore associato di Economia degli intermediari finanziari all’Università degli Studi di Roma Tor Vergata

 

Lunedì 12, ore 21

Incontro con il Cavaliere del Lavoro Enrico Colavita, presidente di Colavita Spa, sul tema: “L'internazionalizzazione di un’azienda familiare”

 

Martedì 13, ore 21

Incontro con John R. Phillips, Ambasciatore degli Stati Uniti presso la Repubblica italiana e la Repubblica di San Marino.

 

Sabato 17, ore 14

Sesta e ultima lezione del primo modulo del corso di Cultura per l’impresa tenuta da Lucia Leonelli, professore associato di Economia degli intermediari finanziari all’Università degli Studi di Roma Tor Vergata.

 

IMPORTANTE

Per ragioni organizzative, i Cavalieri del Lavoro e i laureati del Collegio interessati a partecipare agli incontri sono pregati di scrivere a  segreteria@collegiocavalieri.it o telefonare alla segreteria allo 06.72971322/06.7297131.

CONTINUA
Il Collegio incontra l'Arma dei Carabinieri, il Comandante Del Sette: "Rafforzato il nostro ruolo nello scenario globale"

Spesso l’Italia è additata sui giornali internazionali per la mancata professionalità e inefficienza delle sue istituzioni. Non è questo il caso dell’Arma dei Carabinieri. Nata il 13 luglio del 1814 nel Regno di Sardegna con precisa vocazione territoriale, oggi, con la distribuzione capillare dei 105.000 Carabinieri in servizio, svolge compiti importanti in molteplici campi: polizia militare delle forze armate e mantenimento dell’ordine pubblico, tutela del patrimonio culturale e ambientale e vigilanza sulla genuinità delle sostanze alimentari con i Nuclei Antisofisticazione e Sanità.

Il Comandante Generale Tullio Del Sette, nel suo intervento al “Lamaro Pozzani”, si è soffermato in particolare sul duplice profilo internazionale dell’impegno dell’Arma, che è andato via via rafforzandosi in questi anni. Da un lato, organismi del calibro di ONU, UE, NATO ed OSCE hanno riconosciuto ai Carabinieri un ruolo di coordinamento negli scenari di crisi nell’ambito di missioni multinazionali e nel campo della cosiddetta “polizia di stabilizzazione”, volta a garantire l’ordine e la sicurezza in Stati dove una guerra civile è in corso o è appena terminata. Dall’altro, sono diversi i casi, soprattutto nei Paesi in via di sviluppo o dove vi sono ancora conflitti armati (Iraq, Sudan, Eritrea, Somalia), in cui l’Arma partecipa attivamente  e con riconosciute capacità all’addestramento delle forze di polizia locali. Una responsabilità importante, insomma, nel garantire un futuro di pace e sicurezza, libero dalle minacce terroristiche, già sperimentate in Italia negli anni dello stragismo. Questo compito traccia oggi una linea di continuità tra le generazioni di Carabinieri, da sempre educate al motto “nei secoli fedele”.

 

Vai alla photogallery

CONTINUA
Al Collegio tre incontri all’insegna dell’internazionalizzazione

L’Arma dei Carabinieri, il mondo del lavoro e i massimi vertici della diplomazia internazionale sono protagonisti al Collegio Universitario dei Cavalieri del Lavoro “Lamaro Pozzani” di tre incontri dedicati al tema dell’internazionalizzazione. Un tema che Antonio D’Amato, Presidente della Federazione Nazionale dei Cavalieri del Lavoro, ha posto al centro delle attività dell’Associazione,  insieme con quelli della competitività e della cultura.

Dopo il primo appuntamento, lunedì 5 dicembre, con il generale Tullio Del Sette, Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, che ha parlato dell'impegno internazionale dell’Arma, lunedì 12, è in programma l’incontro con il Cavaliere del Lavoro Enrico Colavita, presidente di Colavita Spa, dedicato al tema “L’internazionalizzazione di un’azienda familiare”.

Infine, martedì 13, il Collegio ospiterà John R. Phillips, Ambasciatore degli Stati Uniti presso la Repubblica italiana e la Repubblica di San Marino.

Gli appuntamenti hanno inizio alle ore 21.

CONTINUA
Save the date: tutti gli appuntamenti di dicembre

Ecco il calendario dei prossimi incontri in programma al Collegio. Focus sull'internazionalizzazione con i vertici dell'Arma dei Carabinieri e l'Ambasciatore americano in Italia

 

Lunedì 5, ore 21

Incontro con il generale Tullio Del Sette, Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, sul tema: “L’impegno internazionale dell’Arma dei Carabinieri”

 

Sabato 10, ore 14

Quinta lezione del primo modulo del corso di Cultura per l’impresa tenuta da Lucia Leonelli, professore associato di Economia degli intermediari finanziari all’Università degli Studi di Roma Tor Vergata

 

Lunedì 12, ore 21

Incontro con il Cavaliere del Lavoro Enrico Colavita, presidente di Colavita Spa, sul tema: “L'internazionalizzazione di un’azienda familiare”

 

Martedì 13, ore 21

Incontro con John R. Phillips, Ambasciatore degli Stati Uniti presso la Repubblica italiana e la Repubblica di San Marino.

 

Sabato 17, ore 14

Sesta e ultima lezione del primo modulo del corso di Cultura per l’impresa tenuta da Lucia Leonelli, professore associato di Economia degli intermediari finanziari all’Università degli Studi di Roma Tor Vergata.

 

IMPORTANTE

Per ragioni organizzative, i Cavalieri del Lavoro e i laureati del Collegio interessati a partecipare agli incontri sono pregati di scrivere a  segreteria@collegiocavalieri.it o telefonare alla segreteria allo 06.72971322/06.7297131.

CONTINUA

Il Collegio Universitario dei Cavalieri del Lavoro “Lamaro Pozzani” è nato nel 1971 da un’idea del presidente della Federazione Nazionale dei Cavalieri del Lavoro Enrico Pozzani e grazie al sostegno di Antonio Lamaro, che donò il terreno e l’edificio.

Situato a Roma, il Collegio “Lamaro Pozzani” ospita 70 studenti (che dispongono di stanze singole con servizi) provenienti da tutta Italia e selezionati ogni anno attraverso prove particolarmente rigorose, per essere ammessi alle quali è necessario aver ottenuto una media di almeno 8/10 nei primi quattro anni della scuola secondaria superiore.

L’obiettivo è quello di contribuire alla formazione di giovani in grado di raggiungere posizioni di responsabilità nel mondo del lavoro, grazie ad un’esperienza culturale e umana caratterizzata da varietà di contenuti, curiosità e senso critico.

LEGGI